Archive for the ‘Cloud’ Tag

R vs Knime vs Azure Machine Learning

Pubblicato il 16/05/2016 da Stefano Cazzella in Analytics,Business Intelligence

I processi di digital transformation in atto in molti (tutti) settori di mercato stanno facendo crescere la febbre per il così detto “new oil”: i big data. Nell’ambito di tali processi di digitalizzazione svolge un ruolo sempre più centrale l’adozione di tecniche e tecnologie di machine learning per trasformare in business value la sempre crescente molte di dati a disposizione di imprese e istituzioni (argomento che merita maggiori approfondimenti; in tanto può valere la pena leggere questo best seller).

Prova ne è il proliferare di soluzioni di machine learning (molte offerte in modalità PaaS) che contribuiscono a “democratizzare” l’uso di tali tecnologie, ampliando la platea degli addetti ai lavori e aspiranti data scientist.

È quindi interessante mettere a confronto approcci tradizionali basati sull’utilizzo di ambienti di programmazione statistica come R (che richiede skill tecnici di tipo specialistico) con soluzioni di più immediato utilizzo, come Knime o Azure Machine Learning (la piattaforma cloud di ML targata Microsoft), che presentano una barriera all’ingresso decisamente inferiore (non fosse altro per gli ambienti visuali con cui si opera).

R Studio

R Studio

Knime

Knime

Azure Machine Learning Studio

Azure ML Studio

Seguono risultati del confronto

 

Databox: piattaforma cloud per la BI su Mobile

Pubblicato il 19/01/2015 da Stefano Cazzella in Business Intelligence,Mob 2.0

L’affermazione dei tre hype, Mobile, Big Data e Cloud Computing, sta creando nuovi spazi di innovazione anche nel settore delle piattaforme di Business Intelligence; spazi che i player storici coprono con difficoltà a vantaggio di nuove realtà che emergono dal mondo delle start-up.

Queste soluzioni non hanno la completezza e la versatilità delle piattaforme tradizionali (Business Objects, Cognos, Microstrategy, ecc.), però offrono servizi specializzati anche molto efficaci (sopratutto sul piano della User eXperience). Spesso sono basate su modelli architetturali e modalità di interazione propri degli ambienti Cloud e Mobile e in questo senso sono soluzioni “native” che sfruttano appieno questi driver di innovazione, avendo il vantaggio di partire da zero (cosa che i big player non si possono permettere).

Fra le soluzioni che sto testando c’è databox: una piattaforma Cloud di BI che consente la realizzazione di semplici cruscotti direzionali fruibili su dispositivi mobili iOS e Android. I cruscotti sono costruiti a partire da dati importati nella piattaforma Cloud da diverse fonti informative e consentono una rapida ed efficace visualizzazione di KPI in diversi formati.

databox widgets

(continua…)